• anzianiincasa.it@gmail.com

Sollevatore

Sollevatore

 

Si utilizza per sollevare l’assistito in modo da evitare, in chi lo assiste, danni alla schiena. Il sollevatore è munito di telecomando e di telo che serve per imbracare la persona da sollevare. Il telo, nella sua parte inferiore, deve essere posizionato a croce tra le gambe dell’allettato in modo che egli sia sollevato in forma corretta senza che rischi di cadere per terra

 

Vi sono vari tipi di teli

  • Teli completi che inglobano la testa, utilizzati su coloro che non possiedono il controllo del busto. Essi sono muniti di tre agganci posizionati ad ogni lato del suddetto telo in modo tale da poter avvolgere completamente la persona. Gli agganci sono solitamente colorati da un lato e corrispondenti, nello stesso colore, dall’altro lato in modo da evitare sbagli nell’aggancio
  • Teli che arrivano a metà schiena per le persone che hanno il controllo del busto Essi hanno due agganci per lato sempre in forma colorata per essere agganciati in forma corretta

P.S. Quando si mette l’assistito in posizione seduta sulla carrozzina, è bene utilizzare sempre, sul davanti, l’aggancio più lungo corrispondente alla parte del telo che fuori esce dalle gambe mentre, se deve essere coricato a letto si può utilizzare la parte più corta degli agganci

 

Il sollevatore possiede una leva a pedali che, se abbassata, fa aprire le sue basi permettendo, in tal modo, di poter posizionare la carrozzina sotto il paziente oppure avvicinarla il più possibile ad esso. Ciò permette di abbreviare il tratto di spostamento dal letto alla carrozzina o viceversa.

Per tale operazione, la procedura è la seguente

  • Posizionare, nel letto, la persona su di un fianco e infilare sotto di essa il telo
  • Far roteare la persona sull’altro fianco e distendere bene l’altra parte del telo
  • Incrociare la parte del telo, che fuoriesce, in mezzo alle gambe
  • Posizionare il sollevatore sopra la persona con la base di appoggio chiusa sotto il letto
  • Abbassare con il telecomando il braccio del sollevatore
  • Agganciare il telo con i quattro agganci (o i due, se il telo ne possiede solo due) nella parte superiore del braccio del sollevatore in concomitanza della testa dell’assistito e i due ganci nella parte inferiore in concomitanza della sue gambe
  • Sollevare, utilizzando il telecomando, il telo con dentro l’assistito
  • Tirare verso di sé il sollevatore in modo che la sua base esca da sotto il letto prestando molta attenzione a non far dondolare la persona imbracata
  • Raddrizzare la persona facendo in modo che il suo viso sia di fronte a chi, posizionato dietro al sollevatore, lo sta aiutando
  • Girare il sollevatore verso la carrozzina precedentemente preparata e a portata di mano – Schiacciare con il piede la leva  per aprire la base del sollevatore
  • Posizionare la carrozzina sotto il braccio del sollevato tenendosi alle spalle dell’assistito, in modo tale da controllarne la sua discesa
  • Agganciare con una mano le maniglie attaccate al telo e direzionare la discesa sulla carrozzina controllandola con il telecomando e facendo attenzione che il viso dell’allettato non entri in contatto con il  porta ganci
  • Abbassare il braccio del sollevatore sulla carrozzina e sganciare i ganci quando l’assistito è ben posizionato su di essa
  • Sganciare definitivamente il telo dal sollevatore
  • Togliere il telo dall’assistito per evitare eventuali problemi di postura ma, nel caso in cui si decidesse di lasciarlo per quando lo si riposizionerà nel letto, è bene che sia solo la schiena a contatto con il telo. Dalle gambe e da sotto il sedere si deve togliere, per evitare un’errata postura
  • La stessa procedura deve essere eseguita, in successione contraria, quando lo si riposizionerà nel letto

 

ausili importanti

Consigli/Suggerimenti@anzianiincasa.it

547total visits,2visits today

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com