• anzianiincasa.it@gmail.com

Carabinieri NAS/Indagini e accertamenti nel settore sanitario in tutta Italia

Carabinieri NAS/Indagini e accertamenti nel settore sanitario in tutta Italia

Il NAS di Firenze, unitamente al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pistoia ed ai colleghi dell’Arma Territoriale, a conclusione di un’attività ispettiva effettuata presso una residenza sanitaria assistenziale toscana, ha deferito tre persone all’Autorità Giudiziaria territorialmente competente.
Nel corso dei loro accertamenti, infatti, i Carabinieri hanno rilevato non solo che la struttura era stata avviata in assenza di qualsivoglia autorizzazione, ma anche che il personale che vi lavorava non aveva mai conseguito il previsto titolo abilitativo.
All’interno dell’immobile, dislocato su due piani, i militari hanno rinvenuto sette anziani ospiti, dei quali sei non autosufficienti, e hanno riscontrato la:

  • mancanza dei requisiti minimi strutturali/organizzativi (non erano presenti dispositivi di chiamata, luci notturne, abbattimento di barriere architettoniche, bagni assistiti)  e delle figure professionali preposte alla gestione della struttura;
  • detenzione di due confezioni  di specialità medicinali per uso umano, scadute di validità pronte per la somministrazione agli ospiti della citata struttura, che sono state poste sotto sequestro penale.
  • totale irregolarità assicurativa relativa alla posizione lavorativa dei due dipendenti presenti con mansioni di badanti.

I Carabinieri, oltre ad informare l’Autorità Giudiziaria, hanno elevato sanzioni amministrative per un valore complessive di 12.200 euro.

 

Il NAS di Ragusa ha segnalato quattro persone alla Procura Regionale presso la Corte dei Conti di Palermo.
Oggetto della segnalazione dei militari sono quattro dirigenti di livello regionale che, durante il periodo in cui dirigevano l’ufficio di loro competenza, hanno omesso di effettuare l’istruttoria delle richieste relativa al rilascio/rinnovo delle autorizzazioni necessarie per l’esercizio degli impianti di sterilizzazione dei rifiuti sanitari presso diversi presidi ospedalieri siciliani.
Secondo quanto accertato dai militari il danno erariale, per il periodo compreso tra il 2012 ad oggi, è quantificabile in quasi un milione e mezzo di euro.

 

I Carabinieri del NAS di Caserta hanno segnalato una persona all’Autorità Giudiziaria per aver esercitato la professione di biologo-nutrizionista in assenza del previsto titolo abilitativo.
Nell’ambito dei medesimi accertamenti investigativi, i militari hanno posto sotto sequestro anche le attrezzature utilizzate per lo svolgimento dell’attività illegale, il cui valore ammonta a circa 60.000 euro.

 

Il NAS di Bologna, a conclusione di alcune attività investigative volte al contrasto dell’abusivismo nel settore odontoiatrico, ha deferito tre persone alla procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna.
Gli indagati sono tutti accusati di aver esercitato abusivamente la professione sanitaria di odontoiatra. Nello specifico, il reato si è consumato tramite la tolleranza di due medici i quali permettevano ad un odontotecnico loro associato di effettuare dei veri e propri trattamenti curativi alle patologie del cavo orale, nonostante lo stesso non avesse mai conseguito il titolo di studio abilitativo.

 

Il NAS di Livorno, a seguito di un’ispezione effettuata presso uno studio medico, ha deferito due persone all’Autorità Giudiziaria per avere esercitato abusivamente la professione di fisioterapista. Le due indagate, infatti, sono entrambe accusate di non aver provveduto ad effettuare l’iscrizione all’apposito albo, condizione obbligatoria per l’esercizio della relativa professione sanitaria.

 

Prima di rivolgersi a un medico (odontoiatra, fisiatra, dietologo etc.) non conosciuto direttamente, i NAS consigliano di accedere al sito della FNOMCEO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri), cliccando su “Anagrafe” e inserendo il cognome e nome del medico che si intende consultare.  Si avrà così la conferma del possesso del titolo di studio e delle specializzazioni conseguite dall’interessato.

 

sitografia:

www.salute.gov.it

 

anzianiincasa*12 marzo 2019

193total visits,1visits today

admin